• shutterstock 118932805
  • shutterstock 36034633
  • shutterstock 59306614
  • shutterstock 116746462

“DALL’IO AL NOI”

Written by omar. Posted in Quaderni di psicoanalisi critica

QUADERNI DI PSICOANALISI CRITICA  N. 3

“DALL’IO AL NOI”

Adriano Voltolin, Luigi Borgomaneri

A cura di Giuseppe Perfetto

Il testo offre una riflessione sui confini e l’estensione dei concetti di “io” e “noi” all’interno di un

confronto fra psicoanalisti, storici, filosofi, antropologi, letterati. Dallo studio delle relazioni precoci, dalla nozione di transfert e dall’analisi delle relazioni intersoggettive complesse nella storia individuale e collettiva sino alla contemporaneità, sono evidenziate le implicazioni etiche, culturali e politiche del rapporto io-noi nei diversi approcci teorici.

Nella   prospettiva   psicoanalitica   il   passaggio   dall’“io”   al   “noi”   comporta   un   movimento   dialettico, continuo e mai concluso, che dal mondo interno, dominato dalla fantasia per la quale la vita consista nella piena   giustificazione   della   realizzazione   delle   proprie   pulsioni,   si   apra   a   un’esistenza   vista   come esperienza del mondo e sviluppo di relazioni. Passaggio che presuppone lo sviluppo di una capacità di sopportazione dell’angoscia da costruirsi attraverso le difficoltà del sentirsi gettati nel mondo. Se ciò è ripercorribile nello sviluppo individuale, ancor più evidente appare nelle dinamiche storiche e sociali, nelle quali l’“altro” compare come il nemico, l’estraneo, l’elemento da contrastare o sfruttare.

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Lo spazio nel mondo psichico: correlazioni con l’architettura contemporanea

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Giovedì 04 Febbraio 2021 – ore 20,30/22,30

Collegamento su piattaforma Zoom

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Lo spazio nel mondo psichico: correlazioni con l’architettura contemporanea

Conduce il dibattito Guido Bozzini

Il primo intervento prende in considerazione i contributi di studiosi in campo psicoanalitico per la comprensione della concezione dello spazio nel mondo psichico a partire dal secolo scorso. Verranno, inoltre, esaminate alcune possibili correlazioni con le nuove forme di abitazione della società contemporanea. Nel secondo intervento si ripercorre l’evoluzione nel tempo delle periferie milanesi dai grattacieli degli anni 70/80 del secolo scorso ai giorni nostri e il rapporto con la città anche in relazione alle nuove aree di pregio come Gae Aulenti e City Life. Inoltre ci sarà un breve cenno ai cambiamenti che hanno portato alla chiusura di diverse fabbriche e aziende in epoca pre-Covid a causa del processo di globalizzazione che ha portato i paesi stranieri a essere più competitivi, generando l’abbandono di numerosi siti industriali che rappresentano una superficie pari al 3% del territorio nazionale.

Scarica la Locandina 04.02.2021

Cambiamenti psichici e modificazioni identitarie all’epoca del coronavirus

Written by laura. Posted in Articoli, homepage

letteredi Luca Panarello

Quando ho iniziato a pensare di poter scrivere qualcosa sulla pandemia che ci sta ancora affliggendo e travolgendo, mi è venuta in mente la nota considerazione di Freud, spesso citata e anche un po’ abusata, sulla capacità di amare e lavorare, con riferimento alle due importanti funzioni dell’Io: quella di stabilire/intrattenere relazioni affettive, e quella di svolgere la propria attività lavorativa, entrambe fondamentali per la nostra sopravvivenza fisica e psichica. Tali capacità (affettiva e lavorativa) sono state messe a dura prova nel periodo di lockdown che ha costretto molte persone, per un periodo piuttosto lungo, ad interrompere relazioni affettive significative, rapporti sociali e lavorativi. Per alcuni si è trattato, invece, di vere e proprie perdite: occupazionali, sentimentali (es. separazioni), lutti. Tutte esperienze di natura traumatica caratterizzate da imprevedibilità, senso di estraneità e difficoltà di elaborazione.

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Dalla solitudine alla ghettizzazione

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Giovedì 29 Ottobre 2020 – ore 20,30/22,30

Collegamento su piattaforma Zoom

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Dalla solitudine alla ghettizzazione

Conduce il dibattito Mariangela Gariano

Il primo intervento prova a leggere l’immaginario che si lega al covid-19 come un’affezione del relazionale – o a leggere l’afflizione provocata dal lockdown come un risvolto sofferente dell’individuazione, il quale è legato al piano “transindividuale”. La contagiosità quindi tocca la materia del comune e l’epidemia si mostra come il carattere tragico della relazionalità. Il secondo intervento analizza i rapporti fra la comunità immigrata bulgara e la popolazione locale di Mondragone, la quale, senza una profonda elaborazione, cerca di gestire il diverso isolandolo simbolicamente e, così, geograficamente. Quel che ne risulta è una dinamica complessa in cui le due parti si rifiutano a vicenda creando, da un lato, una situazione di ghettizzazione e, dall’altro, terreno fertile per i nuovi fascismi.

scarica la locandina 29.10

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Spazio, spazio mentale, spazio ideologico

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Sabato 26 Settembre 2020 – ore 14,30/18,00

Collegamento su piattaforma Zoom

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Spazio, spazio mentale, spazio ideologico

Conduce il dibattito Giuseppe Perfetto

Il primo intervento tratterà l’espansione urbana e l’apparizione del perturbante. Il concetto freudiano viene applicato alla costruzione dei luoghi e alla loro trasformazione in base alle idee dominanti del tempo. La creazione, cioè, di non-luoghi, spazi impersonali, sovrappopolati e vocati al consumo e, contemporaneamente, spazi rurali svuotati di vita e spopolati. La costruzione delle periferie, tradite dalle utopie anche urbanistiche degli anni ‘60/70 e divenute luogo di sperimentazione del pensiero dominante. Il secondo intervento prenderà in considerazione la rilevanza che le nuove formazioni di estrema destra vanno assumendo nella città. A partire da alcuni testi di recente pubblicazione se ne tracceranno la storia e l’ideologia. Quest’ultima e le sue possibili modalità di radicamento nel mondo interno soggettivo verranno osservate alla luce di una vicenda che ha occupato le cronache nel decennio scorso.

scarica la locandina 26.09

sito realizzato da