• shutterstock 30584395
  • shutterstock 50924881
  • shutterstock 109192661
  • shutterstock 115301899

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Dalla solitudine alla ghettizzazione

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Giovedì 29 Ottobre 2020 – ore 20,30/22,30

Collegamento su piattaforma Zoom

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Dalla solitudine alla ghettizzazione

Conduce il dibattito Mariangela Gariano

Il primo intervento prova a leggere l’immaginario che si lega al covid-19 come un’affezione del relazionale – o a leggere l’afflizione provocata dal lockdown come un risvolto sofferente dell’individuazione, il quale è legato al piano “transindividuale”. La contagiosità quindi tocca la materia del comune e l’epidemia si mostra come il carattere tragico della relazionalità. Il secondo intervento analizza i rapporti fra la comunità immigrata bulgara e la popolazione locale di Mondragone, la quale, senza una profonda elaborazione, cerca di gestire il diverso isolandolo simbolicamente e, così, geograficamente. Quel che ne risulta è una dinamica complessa in cui le due parti si rifiutano a vicenda creando, da un lato, una situazione di ghettizzazione e, dall’altro, terreno fertile per i nuovi fascismi.

scarica la locandina 29.10

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Spazio, spazio mentale, spazio ideologico

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Sabato 26 Settembre 2020 – ore 14,30/18,00

Collegamento su piattaforma Zoom

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’ – Spazio, spazio mentale, spazio ideologico

Conduce il dibattito Giuseppe Perfetto

Il primo intervento tratterà l’espansione urbana e l’apparizione del perturbante. Il concetto freudiano viene applicato alla costruzione dei luoghi e alla loro trasformazione in base alle idee dominanti del tempo. La creazione, cioè, di non-luoghi, spazi impersonali, sovrappopolati e vocati al consumo e, contemporaneamente, spazi rurali svuotati di vita e spopolati. La costruzione delle periferie, tradite dalle utopie anche urbanistiche degli anni ‘60/70 e divenute luogo di sperimentazione del pensiero dominante. Il secondo intervento prenderà in considerazione la rilevanza che le nuove formazioni di estrema destra vanno assumendo nella città. A partire da alcuni testi di recente pubblicazione se ne tracceranno la storia e l’ideologia. Quest’ultima e le sue possibili modalità di radicamento nel mondo interno soggettivo verranno osservate alla luce di una vicenda che ha occupato le cronache nel decennio scorso.

scarica la locandina 26.09

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’- Configurazione, etica ed economia dello spazio

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Sabato 25 Gennaio 2020 – ore 9,30/13,00

Libreria Franco Angeli Bookshop
Piazzetta ribassata davanti al Teatro degli Arcimboldi
(MM5 – Bicocca; Bus 87; tram 7 – fermata Arcimboldi)
Ingresso libero

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’- Configurazione, etica ed economia dello spazio

Claudio Widmann

Didier Contadini

Conduce il dibattito Guido Bozzini

Il primo intervento si concentra sulle città come luoghi di proiezione, da Vitruvio a Calvino, passando per Campanella e Dickens, luoghi in cui la psiche immagina che si attesti il Male (come nella Città di Dite) e che si affermi il Bene (come nella Città del Sole). Le città sono luoghi concretamente simbolici, dove l’uomo concentra i suoi bisogni di aggregazione e dove contemporaneamente esprime le sue pulsioni di disgregazione. Il secondo intervento si concentra sui modi in cui il capitale, come descritto da Harvey, disegna e ridisegna, costruisce per distruggere, fissa per smembrare gli spazi geografici secondo leggi interne che pretendono di valere universalmente, indistintamente; ciò a discapito di una socialità umana che, pur mortificata e vilipesa, rimane viva e capace di creare possibilità alternative in cui il carattere più propriamente umano degli uomini possa prendere corpo.

scarica la locandina 25.1

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’_LE POLITICHE DELLA REALTA’

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Sabato 26 Ottobre 2019 – ore 9,30/13,00

Libreria Franco Angeli Bookshop
Piazzetta ribassata davanti al Teatro degli Arcimboldi
(MM5 – Bicocca; Bus 87; tram 7 – fermata Arcimboldi)
Ingresso libero

LO SPAZIO INTERNO E LO SPAZIO DELLA CITTA’                               le politiche della realtà

Giuseppe Perfetto

Giuseppe Viviano

Conduce il dibattito Marina Ricci

Gli autori analizzeranno il tema degli “spazi esterni e spazi interni” facendo dialogare i saperi psicoanalitici e antropologici. Il primo si focalizzerà in particolare sullo “spazio interno” articolandolo con il fenomeno contemporaneo della “diffusione dell’identità”, legato all’utilizzo dei social-network, nell’era dell’ipertrofia dell’Immaginario. Il velo del pudore, volto a proteggere il soggetto dalla sfera pubblica, è portato a cadere, esteriorizzando l’interiorità, presentando l’Io come carne esposta. Il secondo descriverà i modi con cui vengono costituiti i discorsi e, quindi, le condizioni che creano il soggetto tossicomane. Verranno analizzati i processi con i quali si accreditano le droghe, mostrando il legame che sussiste tra l’intimo e il politico.

scarica la locandina Ottobre 19

DALL’IO AL NOI

Written by laura. Posted in Archivio seminari, homepage

anfiteatro

Sabato 25 Maggio 2019 – ore 9,30/13,00

Libreria Franco Angeli Bookshop
Piazzetta ribassata davanti al Teatro degli Arcimboldi
(MM5 – Bicocca; Bus 87; tram 7 – fermata Arcimboldi)
Ingresso libero

DALL’IO AL NOI

Dimitris Malidelis

Franco Romano’

Conduce il dibattito Adriano Voltolin

Gli autori tratteranno l’ampio tema del seminario secondo un’ottica psicoanalitica ed una culturale e
politica.
Il primo fornirà una panoramica teorica,completata da esempi clinici, sul ruolo della traslazione come nozione centrale della terapia psicoanalitica, che la differenzia da qualsiasi altra terapia psicologica. Verranno presentati i tre grandi modelli psicoanalitici: Freud, Klein, Bion, inoltre la scuola di Campo ed il rispettivo uso della traslazione. Il secondo esplorerà, fra i tanti noi possibili (fra cui si collocano anche una società letteraria ed una società di psicoanalisi critica) che rischiano di divenire fuorvianti oppure di costituire un alibi, quelli che hanno una priorità logica e di appartenenza comune: il linguaggio e la polis.

scarica la locandina 25.05

sito realizzato da